Ho sempre inteso e interpretato l’arte come una formidabile terapia contro il male di vivere, per chi la pratica così come per chi la fruisce.
Non mi attirano altre forme di lettura al di fuori di questa che considero di per sè una immensa fortuna, un dono da non disperdere...
Il mio intento è quello di comunicare con il maggior numero di persone nel modo più diretto possibile, usando contenuti e tecniche essenziali.
Una vita com
unque non basta.
Siamo semplici testimoni di un miracolo e il nostro compito è quello di “lavorare come giardinieri”.

claudio diatto, 2004

 

torna a moleskine