In questi lavori l’illuminazione e l’installazione occupano spazi di rilievo nella concezione dell’opera. La luce proietta una seconda immagine mai uguale a sé stessa e l’ombra così generata diviene una sorta di confine tra la realtà dell’oggetto e il sogno evocato. La scelta dell’installazione (a muro, sospesa, mobile) pone il committente nel ruolo di coautore, così l’opera continua a crescere attraverso l’intervento del fruitore.

 


torna su

 

Copyright © Claudio Diatto
Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta in alcun modo senza autorizzazione scritta.
No part of this site may be reproduced in any way without written permission.